Italiano IT Română RO Deutsch DE English EN

Lombardia 03

Impianto:

1 modulo a ciclo Rankine organico (ORC) modello ZE-150-LT, potenza nominale 150 kWe (depotenziato a 135 kWe)

Potenza nominale:

150 kWe

Applicazione:

Produzione elettrica tramite caldaia alimentata a biomassa
(pallet a fine vita)

Località:

Rovato (Brescia, Lombardia)

Gestore:

Società privata

Il committente di questo impianto, situato in un grosso centro lombardo in provincia di Brescia, è un’azienda che oltre ad operare nel settore dei pallet per autotrasporto, possiede tutte le autorizzazioni per trasporto, stoccaggio e smaltimento di rifiuti in legno. Al fine di valorizzare la biomassa legnosa di scarto di cui entra in possesso (pallet non più utilizzabili), si è dotata di una caldaia Herz a griglia mobile da 1 MWt il cui calore va per la maggior parte ad alimentare un gruppo ORC ZE-150-LT fornito da Zuccato Energia.

La versatilità dei sistemi ZE, in grado di fornire ottime prestazioni anche a carico parziale, viene sfruttata in questo impianto il cui sistema di generazione è stato depotenziato a 135 kW elettrici dai 150 kwE nominali per venire incontro ad esigenze del cliente. Inoltre, un economizzatore posto sulla linea fumi della caldaia ne recupera parte del calore residuo per essiccare e preriscaldare la biomassa legnosa.

Il sistema, come tutti i sistemi ZE, è montato su un telaio autoportante (skid) che include scambiatori, turbogeneratore e pannello di controllo. Lo skid, in configurazione indoor, è ospitato al chiuso in un piccolo locale costruito ad hoc ed operato in pieno automatismo, senza la necessità di un operatore in quanto gestito interamente da remoto. Il calore di scarto prodotto dallo stadio di condensazione dell’ ORC viene smaltito tramite una speciale torre evaporativa chiusa posta all’esterno.

Di particolare interesse è poi la formula di finanziamento con la quale l’impianto è stato costruito. Con la collaborazione di Zuccato Energia, infatti, il committente è stato posto in contatto con una ESCO che ha finanziato interamente l’impianto ricevendone come corrispettivo la proprietà e l’ammontare degli incentivi per i primi anni di vita, durante i quali il committente fornirà la biomassa a costo zero. Trascorso tale periodo, l’impianto diverrà interamente di proprietà del committente, che lo avrà così ottenuto praticamente a costo zero.

La biomassa legnosa è ecocompatibile e rinnovabile, ed ha impatto ecologico zero rispetto alla produzione di CO2 in quanto bruciando rilascia in atmosfera la stessa quantità di CO2 catturata a tempo debito dalle piante stesse.